Crociere Giornaliere
 

Uscite in barca al San Bartolo

Un tuffo in mare in tutta riservatezza

La vista del San Bartolo dal mare è a dir poco suggestiva. 

Lasciandosi alle spalle le ampie spiagge di Gabicce e ammirando in lontananza Cattolica  vi aspettano le falesie del San Bartolo inframezzate dalla graziosa baia di Vallugola, sentieri a zig zag e il borgo di Fiorenzuola che svetta in altro,  spiaggette riservate per godersi il mare.

Il monte San Bartolo rappresenta il primo promontorio che interrompe la linearità della costa Adriatica... Una curiosità delle strette spiagge del San Bartolo è il ciottolo di colore giallo chiamato cogolo presente in tante pavimentazioni delle città dei dintorni. 

 

L’escursione in barca permette anche di fare un bel tuffo nelle acque cristalline del San Bartolo, ammirando il fondale sabbioso e i pesci attraverso lo snorkeling e magari ammirando anche il tramonto. A conclusione dell’esperienza un bell’aperitivo a base di prodotti locali (e la piadina!). La partenza è da Cattolica e l’escursione arriva fino al porticciolo di Pesaro per poi tornare.

Ovviamente portatevi il costume, asciugamano  e una buona crema solare dalla protezione alta, maschera per lo snorkeling, potete indossare delle ciabattine.

 

Escursioni in barca sul San Bartolo: le info

Le escursioni in barca offrono soluzioni variabili sia in termini di durata sia in termini di orario. L’imbarcazione può essere noleggiata per compleanni, addii al nubilato e al celibato, aperitivi al tramonto. Ogni occasione è buona per fare un giro in barca!!

med 3.jpg
Promontorio-San-Bartolo.jpg

VACANZE AI CARAIBI

Per un'esperienza ai Caraibi trovaci su:

6ea978ca_z.webp
santa-lucia.jpg
martinica.jpg

Saint Lucia & Martinique

La crociera con questo itinerario toccherà le più belle e pittoresche baie dell'isola di Saint Lucia, tra cui Rodney Bay (punto di arrivo della regata atlantica ARC, luogo magico per i velisti), proseguendo per Marigot Bay, punto di riferimento storico, essendo stata teatro di numerose battaglie tra la marina francese e quella britannica, definita una delle baie più belle dei Caraibi.
La navigazione continua tra la meravigliosa Anse Cochon, luogo magico per rilassarsi e vivere la nautica, molto frequentato per lo snorkeling, fino ad arrivare al tipico villaggio di pescatori di Anse La Raye molto consigliato per vivere appieno la magia della vita locale e le feste dell'isola.
Fino a giungere alla baia di Soufriere una tranquilla cittadina tropicale abbracciata dalla giungla, costruita tra sorgenti sulfuree e affacciata su una baia dominata da due impressionanti formazioni rocciose che ricordano gli enormi denti aguzzi di una gigantesca creatura sottomarina, i famosi Pitons.

Comincerà da qui la traversata verso l'isola Martinica per arrivare alla capitale Fort de France, Il centro si estende sul lungomare dove si affacciano numerosi ristoranti e bar in un'atmosfera tipicamente francese. L'imponente castello di San Luigi domina il centro.
A fianco si trova il parco di "La Savane" con molte specie di alberi tropicali. 
Attraversata la baia di Fort de France si giungerà a Les Trois-Îlets, a sud-ovest, la punta di Le point du Bout e l'Anse Mitan sono una delle mete più turistiche dell'isola.
La crociera continuerà verso Anse Noire e l'Anse Dufour, meritano di essere visitate per approfittare della bellezza dei loro paesaggi. Una volta sul posto, vi scoprirete un sito magnifico dove le baie si trovano separate da un promontorio roccioso.
Qui, approfitterete di un ambiente selvaggio e lussureggiante che non è possibile trovare in altre spiagge a sud della Martinica. L'ansa Nera è famosa anche per lo splendore dei fondali marini, quindi ricordate di prendere maschera pinne e boccaglio per ammirare una fauna e una flora incredibili.
Lungo la costa sud visiteremo il parco naturale di Les Anses-d'Arlet si estende su tre baie principali: la Grande Anse a nord, le Anses d'Arlet al centro, e la Petite Anse a sud.
Con l'aspetto tipico da cartolina postale e l'atmosfera tranquilla, l'imperdibile villaggio di pescatori delle Anses-d'Arlet possiede veramente tutto per piacere ai turisti. La deliziosa chiesetta, le case creole, la spiaggia di sabbia e il molo sul mare turchese formano un'immagine d'insieme davvero pittoresca. Grazie al suo allineamento perfetto con il molo sul mare, la chiesa Saint-Henri des Anses-d'Arlet è sicuramente uno dei siti più fotografati di tutta la Martinica! 
Sulla costa meridionale, oltrepassato lo scoglio di Diamant troveremo Le Marin possiede uno dei più grandi porti turistici dei Caraibi. 
Destinazione principale della Martinica, la deliziosa stazione balneare di Sainte-Anne, che si trova all'estremo sud dell'isola, è famosa per le spiagge paradisiache che rendono felici gli appassionati dell'ozio.
Non lontano da questo luogo apprezzato dai locali e dai turisti, gli amanti della natura potranno ammirare siti protetti davvero notevoli come la Savana delle Pietrificazioni, una delle aree più antiche della Martinica, o lo stagno delle Saline, rifugio per molti uccelli migratori, con la sua suggestiva lunga spiaggia bianca.

vacanze-a-vela-nel-mare.jpg
martinica-les-salines.jpg
foto-sfondo-pc3-750x400.jpg
IMG_4328.JPG

Grenadines Islands Itinerary

10 days itinerary: 

Giorno 1 Da Marigot Bay ai Piton
Inizia il tuo itinerario da St Lucia a Union a Marigot Bay, una splendida insenatura senza sbocco sul mare utilizzata da Nelson per nascondere la sua flotta ai francesi. Dopo un briefing sulla barca, partiamo per una breve navigazione verso i Pitons, una delle località più spettacolari dei Caraibi, dove le cime a forma di cono scendono quasi verticalmente nel mare. Le escursioni a terra includono l'unico "vulcano drive-in" al mondo. Trascorriamo la notte in un ormeggio nel Pitons Marine Park e ci godiamo la cena in uno dei ristoranti locali.


Giorno 2 Piton
Trascorriamo la giornata esplorando la zona di Pitons e Soufriere, un luogo affascinante ideale per chi ama lo snorkeling, le immersioni e le escursioni. Prenota un'escursione per ammirare il vulcano, le sorgenti termali e i giardini botanici appena fuori Soufriere. Ci godiamo un barbecue mentre il sole tramonta sui Pitons.


Giorno 3 dai Pitoni a Bequia

Dopo la colazione, salpiamo per Bequia, a circa 7 ore di navigazione. Bequia ha un fascino unico e magico, difficile da trovare in qualsiasi altro luogo dei Caraibi. L'isola combina un'eredità marinara duratura con una meravigliosa atmosfera rilassata. Ormeggiamo ad Admiralty Bay . Facciamo scorta di provviste e poi godiamo cocktail e cena in uno dei numerosi ristoranti sul lungomare.


Giorno 4 Bequia
Trascorriamo la giornata esplorando l'isola. Per i subacquei, Bequia offre alcuni dei migliori siti di immersione della regione con luoghi facilmente raggiungibili dall'ancoraggio. Le attività a terra includono una visita guidata dell'isola, inclusa una visita al Santuario delle tartarughe. Per i più attivi ci sono numerosi sentieri escursionistici intorno a Bequia con viste superbe dalle cime delle colline.
 
Giorno 5 Da Bequia a Mustique
Godiamoci una breve navigazione verso Mustique, fermandoci a Petit Nevis per una nuotata. Mustique è un'isola privata che offre una rara combinazione di eleganza e informalità a chi cerca privacy e lusso. Ormeggiamo prima di dirigerci verso il famoso Basil's Bar; sede del Mustique Rhythm and Blues Festival o prendi un taxi fino al ristorante Firefly per aperitivi e cene.


Giorno 6 Mustique a Tobago Cays
Navighiamo verso sud verso le Tobago Cays, uno degli ancoraggi più belli del mondo. Ci ancoriamo all'interno delle Cays con l'enorme barriera corallina a ferro di cavallo di fronte a noi per proteggerci dalle onde oceaniche. Non ci sono ristoranti o bar alle Cays: accendiamo il barbecue e ceniamo sotto le stelle.


Giorno 7 Tobago Cays
A metà dell' itinerario da St Lucia a Grenada, trascorriamo la giornata facendo snorkeling ed esplorando le Cays: poiché l'area è protetta, la ricchezza della vita marina è straordinaria. Appena fuori dalla piccola isola di Baradel c'è un'area recintata per l'alimentazione delle tartarughe, ed è un'esperienza incredibile avvicinarsi e nuotare con questi straordinari animali. Esploriamo le isole a terra e saliamo sulle loro vette per ammirare panorami mozzafiato e osservare le iguane quasi addomesticate e le tartarughe terrestri che si muovono intorno.


Giorno 8 Da Tobago Cays a Salt Whistle Bay, Mayreau
Una breve navigazione verso Mayreau al mattino, gettando l'ancora a Salt Whistle Bay, un semicerchio di sabbia bianca circondato da palme. C'è qualche bella passeggiata qui, ma la cosa più utile è la breve escursione in cima alla collina e la vista mozzafiato dalla Chiesa cattolica. Per cena, ceniamo in stile pietra focaia su tavoli di roccia al Salt Whistle Bay Resort o ancorati a Saline Bay camminando fino al Dennis's Hideaway per pesce fresco locale o aragosta.
 
Giorno 9 Mayreau a Chatham Bay, Union Island
Navighiamo per un'ora sottovento verso Chatham Bay, Union Island. Questo grande ancoraggio ha un'ampia spiaggia sotto alte colline. C'è snorkeling eccellente lungo il lato nord della baia e alcune belle passeggiate a terra. Per cena godiamoci un barbecue sulla spiaggia organizzato da "Shark Attack" o cibo locale al Sun, Beach and Eat Bar gestito da Seckie e Vanessa.


Giorno 10 da Union Island a Petit St. Vincent
Navighiamo da Chatham a Clifton Harbour, quindi verso Petit St Vincent per la notte. Ancora al largo del PSV Resort, ceniamo esclusivamente presso il resort o organizziamo un taxi boat per l'eccellente cibo locale al Palm Beach Restaurant sulla Petite Martinique. Rabbocchiamo il serbatoio della barca con carburante se richiesto sulla Petite Martinique, che è duty free perché già nello stato di Grenada.


*Questo itinerario è SOLO ANDATA. Gli ospiti voleranno da Union alla Martinica il decimo giorno.
Per fare un itinerario di ANDATA E RITORNO, il 7° giorno inizieremo il ritorno da Tobago Cays a Santa Lucia.
*L'itinerario sarà deciso e approvato tra skipper ed equipaggi il giorno della partenza (previa consultazione delle condizioni).